Sì, lo so! Ormai è diventato di gran moda parlare e scrivere di sushi; i nostri occhi cadono costantemente su articoli, foto, ricette, recensioni, polemiche sull’argomento. Bijoux, accessori,  complementi d’arredo, tutto prende forma ispirandosi ai vari tipi di sushi. Vere e proprie opere d’arte.

Noi però del resto con le tendenze abbiamo a che farci quotidianamente e non corriamo certo il rischio  di annoiarci nel cavalcarle, a patto che ci piacciano da morire!!! E direi che è proprio questo il caso!

Eccoci qui dunque, in una serata qualunque, ad organizzare una cenetta a base di sushi; intendiamoci però….fatto da noi.

Eh già, è proprio qui che sta la fregatura, quando scopri che ti piace anche prepararlo e non solo mangiarlo, quando realizzi che in fondo non è poi così impervia la preparazione di quei rotolini “magici”…Sì! Quella è decisamente la fine!!

Negli anni ho fatto diverse prove e cambiato diversi ingredienti ma alla fine i miei punti saldi sono decisamente 2: Freschezza e Semplicità.

Tra le molte modalità di preparazione vado matta per gli Huromaki ed è proprio su di loro che mi concentrerò oggi. Prontiiii….via!!!!

Sushi ingredienti

Sul pesce vado tranquilla, qui da noi in Romagna non è difficile avere una pescheria di fiducia di riferimento; così mi faccio preparare solitamente un bel filetto di salmone e di tonno, rigorosamente abbattuti in precedenza.

  • 1 bicchiere colmo di riso (io compro solitamente quello per sushi nei negozi asiatici (www.kathay.it)
  • Avocado (mi raccomando che sia maturo)
  • Stuoia in bambù (ne troverete di diverse dimensioni in base a quanto vorrete grande il vostro rotolo)
  • Fogli di alga Nori pressati.

Sushi alghe

Sciacquo attentamente più volte il riso in acqua fredda finchè quest’ultima non diventa limpida, ripongo il riso scolato in una pentola e lo ricopro di acqua. Per ogni bicchiere di riso verso 1 +1/5 bicchiere di acqua. Poi copro con coperchio ed accendo il fuoco a fiamma alta, quando bolle tolgo il coperchio e lascio proseguire la cottura fino a completo assorbimento dell’acqua.

Una volta pronto ci aggiungo 2 cucchiaini di aceto di riso, 1 di zucchero ed 1 di sale.

Sushi roll

Sushi procedimento

La caratteristica degli Huromaki è quella di avere l’alga all’interno ed il riso all’esterno. Per ottenere questo risultato stendo un foglio di pellicola trasparente sopra tutto il bambù (in questo modo lo strato di riso non si attaccherà successivamente al legno)e poi il foglio d’alga. Inizio quindi a ricoprire tutta la superficie dell’alga con il riso, pressandolo leggermente. Mantenete sempre le vostre dita bagnate altrimenti sarà molto difficile fare questa operazione 😉

Fatto questo capovolgo il foglio d’alga con il riso, un po’ come girare una frittata, cosicchè il riso rimanga poi all’esterno del mio rotolo. Ci siamo quasi…

Ora è il momento di scegliere gli ingredienti che vorrò all’interno del mio Huromaki. Per il primo rotolo io metterò per esempio dell’avocado, del salmone e del cetriolo. Dopo di che inizio a rollare il tutto. Anche se questo è il passaggio che normalmente preoccupa di più, non è poi così difficile come sembra; più proverete più manualità acquisirete. Una volta creato il mio rotolo lo passo tra semi di sesamo o tra scaglie di mandorla o pistacchio. Taglio infine il rotolo in roll larghi all’incirca un dito. Anche qui vi consiglio di usare un coltello affilato e leggermente bagnato, così che non si attacchi al riso e vi faciliti un taglio netto.

Immancabili compagni di banchetto sono poi per me tartare di salmone condita con tabasco, salsa di soia, guacamole e sua Maestà…. lo ZENZERO!!

Buon appetito a tutti!